Deals & Cases

Sentenza Corte delle assise criminali di Lugano 13 ottobre 2020

Con sentenza della Corte criminale di Lugano del 13 ottobre 2020, un incidente mortale della circolazione è stato qualificato, per la prima nella Svizzera italiana, come omicidio volontario. L’imputato è stato condannato a 10 anni e sono state accolte nel principio, con rinvio per la quantificazione, le pretese civili. Gli accusatori privati erano patrocinati dall’avv. Giovanni Molo

 

Ricorso accolto al Tribunale federale 12/05/2020

Il Tribunale federale ha accolto il ricorso presentato dai legali di Collegal contro una modifica della legge sanitaria del Cantone Ticino che imponeva per le professioni mediche universitarie l'autonomia in una seconda lingua nazionale (francese o tedesco). La modifica è incompatibile con il diritto federale (LPMed) e con gli Accordi bilaterali (ALC).

Link alla sentenza

Per maggiorni informazioni potete rivolgervi ai nostri avvocati:

Flavio Canonica

 

Confermato abbandono dalla Corte ticinese dei reclami penali 04/05/2020 

La Corte ticinese dei reclami penali, con sentenza del 4 maggio 2020, ha confermato l'abbandono del procedimento penale a carico di un dirigente difeso dai legali di Collegal. Sono state quindi abbandonate le accuse nei confronti del dirigente per infrazione alla legge contro la concorrenza sleale e sul diritto di autore in relazione allo sviluppo di un software. 

Per maggiorni informazioni potete rivolgervi ai nostri avvocati:

Giovanni Molo / Milo Bernasconi

 

Ricorso accolto al Tribunale superiore del Canton Zurigo 15/04/2020 

Nell’ambito di un procedimento penale per amministrazione infedele, il Tribunale superiore di Zurigo (Obergericht des Kantons Zürich III. Strafkammer) con una sentenza di principio ha accolto il ricorso dei legali di Collegal contro una decisione della Procura pubblica di Zurigo. È stata quindi riconosciuta la qualità di accusatore privato di un unit holder in una lesione del patrimonio di un trust.

Per maggiorni informazioni potete rivolgervi ai nostri avvocati:

Giovanni Molo / Roberta Piffaretti